Il Sogno di Platone, Avventura indiana, Cosi-Sancta: tre racconti di Voltaire

A cura di Sergio Piscopo

Nel boccaccesco racconto Cosi-Sancta (1746), testo fintamente mutuato da La Città di Dio di Sant’Agostino, la protagonista si troverà, suo malgrado, a tradire suo marito per ben tre volte, nonostante le sue intenzioni siano sempre state virtuose. Cosi-Sancta dovrà svelare un arcano, rispondendo a un quesito alquanto singolare: può da un piccolo male derivare un grande bene? Ne Il Sogno di Platone (1756), Voltaire immagina che il filosofo ateniese abbia avuto un sogno, nel quale fantastica di una ipotetica diatriba scaturita tra i geni che hanno creato i vari pianeti. Uno di questi deride con malizia Demogorgone, il creatore della Terra, rinfacciandogli di aver plasmato un pianeta imperfetto. La sentenza del grande Demiurgo, nondimeno, risulta essere una lezione piuttosto pungente, accompagnata da una scarsa dose di modestia. Nella Avventura indiana (1766), il filosofo parigino ci racconta di un Pitagora sventurato il quale, trovandosi in India, assiste al supplizio di due giovani indiani condannati al rogo per aver dubitato della sostanza di due divinità indù. Tuttavia, egli riuscirà a salvarli anche se, per uno scherzo del fato, non riuscirà a salvare se stesso. Non a caso, la lapidaria chiosa finale porta con sé un’amara ironia: “si salvi chi può!”.

Acquista la versione e-book
Acquista la versione cartacea


“Un parfum à sentir”, di Gustave Flaubert – a cura di Ramona Loperfido

A cura di Ramona Loperfido

Un profumo da annusare o I Saltimbanchi fa parte degli scritti giovanili di Gustave Flaubert. Si tratta di un racconto che l’autore stesso definisce “filosofico, morale, immorale, ad libitum” e che contiene un messaggio “triste, amaro, oscuro e scettico”: sarà compito del lettore ricercarlo nel testo e identificarlo. Composta nel 1836, quando Flaubert non aveva ancora compiuto quindici anni, l’opera narra la storia di una famiglia di saltimbanchi sventurati che si ritrova a dover fare i conti con la fame e la povertà. Marguerite, la protagonista, è una donna brutta, invecchiata precocemente a causa delle pene che la vita le ha inflitto. Derisa e disprezzata da una società che non si cura di chi è meno fortunato, la “Rossa Laida” sarà costretta a subire il tradimento del marito Pedrillo con la saltimbanca Isabellada, una ventenne “bella, incoronata di fiori, di profumi e d’amore”. La gelosia e la rabbia prenderanno così il sopravvento e Marguerite, tanto risoluta quanto disperata, compirà un gesto estremo che sancirà il punto di non ritorno della storia, l’epilogo “bizzarro e amaro” già preannunciato dall’autore stesso nella sua introduzione al racconto. La scelta di inserire* Un profumo da annusare o I Saltimbanchi all’interno della collana “Classici da (ri)scoprire” nasce dall’idea di rendere fruibile al lettore italiano un testo quasi del tutto sconosciuto nel nostro panorama letterario e che, al contrario, meriterebbe una grande attenzione. A differenza delle opere più note del nostro autore quali Madame Bovary, L’educazione sentimentale o Salammbô, infatti, gli scritti giovanili di Flaubert occupano ancora un ruolo marginale. Eppure le tematiche trattate e lo stile adottato lasciano già presagire la dimensione letteraria che assumerà poi il Flaubert della maturità. Il sogno, l’evasione mentale, le allucinazioni regalano attimi di speranza fugace a personaggi ben tipizzati che, annientati da una natura “che si è fatta matrigna”, lottano contro la sofferenza e le ingiustizie sociali. Alla fine chi vincerà?

Acquista la versione e-book
Acquista la versione cartacea

“Le avventure di Katy a scuola” , di Susan Coolidge – a cura di Giulia Mastrantoni

A cura di Giulia Mastrantoni

Katy è una ragazza troppo seria. Poco più che sedicenne, la giovane, orfana di madre, è già in grado di occuparsi della casa, di badare ai fratellini più piccoli e di concordare con i domestici come organizzare i ricevimenti. Non va affatto bene, a detta della cugina, la perfetta Mrs Page, che parla dei suoi dubbi al Dr Carr, il padre di Katy. Sua figlia non gli sembra essere diventata vecchia anzitempo? La decisione è presa seduta stante: Katy e sua sorella Clover verranno mandate a scuola. Non c’è niente di meglio che un anno di studi fuori casa, per ritrovare il sorriso e un po’ di leggerezza. Ma Katy non è dello stesso avviso. Nonostante le sue proteste, però, lei e Clover verranno spedite a Hillsover, dove scopriranno che le amicizie, le avventure e le novità possono essere qualcosa di estremamente divertente…

Acquista la versione e-book
Acquista la versione cartacea

“Gli opali indiani”, di Ludwig Rubiner – a cura di Roberta Fausta Ilaria Visone

A cura di Roberta Visone

Nella Berlino criminale e in piena Belle Epoque, resta un ultimo baluardo di civiltà aristocratica: il piccolo quartiere perbene chiamato Tiergarten. In questo angolo isolato abitano l’ex banchiere e collezionista di rari oggetti d’arte Brandorff, sua figlia Cecily e la servitù. Durante la ronda notturna, un agente nota un uomo uscire dall’abitazione di Brandorff; un episodio insolito, dato che l’ex banchiere ha interrotto ogni relazione sociale negli ultimi anni della sua vita, ritirandosi a vita privata. Il mattino successivo il capofamiglia risulta improvvisamente scomparso. Partono così le indagini, che vedono impegnati l’avvocato Johannes Sanders e il commissario von Redberg e viene trovato un diario scritto dal signor Brandorff. Sarà solo un racconto dei suoi viaggi d’affari fra Europa e Turchia o c’è qualcosa di più intricato nascosto fra le righe? E in questo turbinio di eventi passati e presenti, che ruolo rivestono i due opali? Fungono solo da trait d’union fra mondo orientale e occidentale o c’è dell’altro?

Acquista la versione e-book
Acquista la versione cartacea

“Cora”, di George Sand – a cura di Ilaria Biondi

A cura di Ilaria Biondi

Cora (1833) è un brevissimo romanzo che racconta l’iniziazione amorosa di un giovane uomo, Georges, che reduce da un lungo periodo sull’Île de Bourbon, si stabilisce per un periodo in una cittadina della provincia francese, dove trova un impiego nell’amministrazione postale e si innamora, non ricambiato, della bella Cora, figlia di uno speziale. Georges incarna l’ambivalenza, tutta romantica, dell’amour-passion, in cui dolore e voluttà sono strettamente interdipendenti, e il “dramma” d’artista, incapace di orientarsi e di trovare una propria collocazione nel ristretto, meschino e superficiale universo piccolo borghese. La penna affilata e sagace della Sand rappresenta questa scissura non già da un’angolazione tragica e dolente, bensì con bonaria, garbata e intelligente ironia, scagliandosi tanto contro la mentalità e i costumi provinciali della borghesia, quanto contro gli eccessi di una generazione che vive il romanticismo con tale esaltata sensibilità, da non riuscire più a distinguere la dimensione del sogno e della fantasia, alimentata dalla letteratura, dalla vera realtà.

Acquista la versione e-book
Acquista la versione cartacea

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: